Main Content

Protezione catodica

La protezione catodica contro la corrosione (la protezione attiva) rappresenta un procedimento tecnico in cui avviene una riduzione del potenziale di corrosione con l'aiuto di una corrente catodica.

All'altezza di tale valore (<-850mV), denominato potenziale di protezione catodica, il processo elettrochimico della corrosione è praticement impedito; pertanto, la velocità di corrosione è ridotta ad un valore minimo insignificante, ovvero a meno di 10 µm/anno.

Gli impianti di protezione catodica sono sottoposti al controllo da parte dell'IFO una volta ogni 3 anni mediante il cosiddetto controllo dei risultati. In tal modo saranno inoltre definiti i valori d'impostazione e i valori limite da osservare durante il controllo periodico del funzionamento da parte degli esercenti.

I controlli degli impianti di protezione catodica avvengono in base alla "Direttiva C1 sulla progettazione e l'esercizio dei dispositivi di protezione catodica contro la corrosione della condotte", una direttiva della Società svizzera per la protezione contro la corrosione (SGK).

Ogni periodo di misurazione si conclude con una relazione sul controllo.